domenica 28 ottobre 2012

Gnocchi alla nduja

Ingredienti per 4 persone:

600 g, di gnocchi di patate, 50 g di burro, 200 di besciamella, 100 g parmigiano grattugiato 150 g
di nduja, basilico q.b.

Preparazione:

-Alla besciamella ancora calda, aggiungete la Nduja e fatela cuocere in un largo tegame.
-Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli e conditeli con la salsa ancora calda.
-Ponete il tutto in una pirofila, spolverizzate con il parmigiano e fate gratinare in forno già molto caldo a 200° per circa 10 minuti.

lunedì 22 ottobre 2012

Penne ai funghi porcini.

Ingredienti:



400 gr. di Pasta tipo penne350 gr. di Funghi porcini freschi
250 ml di Besciamella
1 noce di Burro
50 gr. di Fontina
320 ml di Brodo vegetale
1 mazzetto di Prezzemolo
Sale
Pepe

Preparazione:


Pulite i funghi, tagliateli a fettine e fateli rosolare in un tegame con una noce di burro. Stemperate con un po’ di brodo vegetale caldo, coprite il tegame e fate cuocere per circa 15 minuti.
Diluite la besciamella col brodo restante, incorporate la fontina tagliata a dadini e versate il tutto nel tegame con i funghi.Cuocete le penne in abbondante acqua salata, scolatela al dente e fatela insaporire qualche minuto nel condimento. Servite subito con una macinata di pepe fresco.

Melenzane ripiene

Ingredienti

Aglio 1 spicchio,basilico qualche foglia, carne di suino tritata 400 gr, cipolle 1 grossa, melanzane 4, olio 1/2 bicchiere, pane mollica di pagnotta rafferma 150 g, pecorino grattugiato 120 g, pepe macinato q.b., prezzemolo tritato 2 cucchiai, sale fino q.b., sale grosso q.b., passata di pomodoro 750 ml

Preparazione:

Iniziate tagliando le estremità delle melanzane (1), lavatele, asciugatele e tagliatele a metà per il verso della lunghezza (2).Incidetele lungo il bordo ed estraete la polpa dalle melanzane servendovi di un cucchiaio (3) e mettetela da parte. Quindi salate la parte interna delle melanzane (4) e disponetele poi con la parte cava su di una gratella a perdere l’acqua di vegetazione per circa 30 minuti (5). Preparate un sugo di pomodoro soffriggendo mezza cipolla tritata in metà dell’olio e aggiungendo poi i pelati, che lascerete cuocere e spappolare, dopodichè salerete e aggiungerete le foglie di basilico spezzettate con le mani (6).

Tritate quindi la cipolla e fatela soffriggere in un tegame con un po’ d’olio e lo spicchio di aglio (7); aggiungete poi la trita di maiale e lasciate soffriggere (8). Quando la carne inizia a dorarsi, aggiungete la polpa di melanzana tritata e ben scolata (9) salate e lasciate cuocere per altri 3 minuti circa.
Dopodichè aggiungete 3-4 cucchiai di sugo di pomodoro e spegnete il fuoco (10). A questo punto lasciate raffreddare un po’ il composto, aggiungete il pane sbriciolato e precedentemente ammollato (11), mescolate bene e riempite le melanzane con questo composto.Disponete le melanzane una accanto all’altra in una teglia precedentemente oliata, cospargetele ognuna di esse con un cucchiaio di sugo di pomodoro (12) e spolverizzatele con il pecorino grattugiato; infornate le melanzane ripiene per circa 30 minuti a 180°. Servite le vostre melanzane ripiene ben calde ma dopo qualche minuto di riposo. Consiglio Se volete rendere le vostre melanzane più ricche, potete aggiungere, durante la cottura della carne, del peperoncino piccante oppure, dopo la cottura, del caciocavallo a cubetti. Per la preparazione di questa ricetta vi consiglio di acquistare delle melanzane non troppo grosse per accorciare i tempi di cottura.
Per quanto riguarda la carne invece, potete scegliere se utilizzare solo quella di maiale oppure sostituirla con quella di vitello. O ancora potete preparare il ripieno con metà carne di vitello e metà di maiale.
Foto di Rosario Mario C.


Torta alla nutella


Ingredienti:

Farina 300 g , zucchero 250 g, cacao 50 g, latte 2 bicchieri, Lievito 1 bustina



Farcitura: nutella 400 g, mascarpone 250 g


Preparazione:

Impastiamo la farina assieme allo zucchero, al cacao e al latte, una volta ottenuto un composto ben omogeneo, prendete una teglia imburratela, infarinatela e versate il composto all' interno livellandolo bene, quindi infornate a 180° per 20-25 minuti.

Ora fate raffreddare la torta e nel frattempo prendete la nutella e il mascarpone e mescolateli bene fino ad ottenere una crema omogenea, se è troppo densa la crema potete aggiungere una tazzina di latte.

A questo punto tagliate la torta a metà e farcitela con la metà della crema di nutella e mascarpone, con la restante crema ricoprite la torta, potete poi decorare la superficie con la panna montata!




Torta cioccolato e cocco.

Ingredienti:

125g di burro ammorbidito, 
1 tazza di zucchero semolato,
1/2 cucchiaino di essenza di noce di cocco,
2 uova,
2 tazze di farina,

1/4 di tazza dii cacao in polvere,
1/2 tazza di cocco tritato,
1 tazza di latte.
Per la crema di cioccolato:
200g di burro,
200g di cioccolato fondente tritato.
Guarnizione: 5 cucchiai di cocco in scaglie.

Preparazione:


Preriscaldate il forno a 180°.
Imburrate una tortiera rotonda.



Utilizzando uno sbattitore, mescolate il burro fuso, lo zucchero e l'essenza di noce di cocco per qualche minuto. Aggiungere le uova, 1 alla volta, battendo bene dopo ogni aggiunta.
Setacciate metà della farina e la metà del cacao sul composto di burro. Aggiungete metà della noce di cocco. Mescolate per amalgamare.
Aggiungere metà del latte. Mescolare.
Ripetere il procedimento con la restante farina, cacao, noce di cocco e latte.
Versare nella teglia.
Cuocere in forno per 55 minuti o fino a quando uno spiedino inserito nel centro non esce pulito. Lasciate in teglia per 10 minuti.
Sfornate su una gratella a raffreddate.

Fate la crema di cioccolato
Sciogliete a bagnomaria il burro Luogo e cioccolato in una ciotola di vetro o di ceramica. Mescolare fino a ottenere un composto liscio.
Raffreddate a temperatura ambiente.
Con un coltello seghettato, tagliate torta a metà in senso trasversale.
Riempite la torta con la crema come un sandwich.
Guarnite con il cocco in scaglie.

Ciambelle dolci con patate.

Ingredienti

250 g di farina, 250 g patate a purea, 15 g di lievito di birra, 2 Uova,, 50 g di zucchero, 50 g di burro ammorbidito, 5 g di sale, 1/2 arancia Scorza grattugiata, 1/2 limone Scorza grattugiata
Cannella q.b. in polvere,Abbondante olio di mais per friggere

Preparazione
Su una spianatoia disponete la farina a fontana, al centro create una fossetta e introducete la purea di patate, il lievito di birra precedentemente sciolto in un cucchiaio di acqua, le uova, lo zucchero, il burro a pezzetti, il sale, le scorze grattugiate degli agrumi e la polpa di vaniglia.

Amalgamate bene tutti gli ingredienti, incorporando poco per volta la farina. Impastate energicamente con le mani fino a ottenere un composto morbido ed elastico.

Raccoglietelo a forma di palla e lasciatelo riposare coperto con pellicola trasparente, per 30 minuti, a una temperatura ambiente di 26-28°C.

Quindi realizzate dei filoncini di 1,5 cm di diametro e lunghi 15 cm, che andrete a chiudere ad anello.
Disponeteli su una placca infarinata e fateli lievitare, sempre a una temperatura di 26-28°C, fino al raddoppio del loro volume.

Friggete le ciambelle in olio di semi di mais bollente a 180°C fino a completa doratura. Scolatele con il mestolo forato e asciugatele su carta assorbente.

Ancora tiepide, spolverizzatele con una miscela di zucchero e cannella, quindi servite.
 Sergio



domenica 21 ottobre 2012

Peperoni e patate. (Pipi e patati)

Ingredienti per 4 persone

2 peperoni di colori diversi (circa 1/2 kg)
1/2 kg di patate
almeno un decilitro di olio d’oliva extra vergine
sale q.b.

Preparazione

Pelate le patate e tagliatele a fette spesse circa 1 cm.

Pulite poi i peperoni, eliminando i semi e i filamenti bianchi all’interno, poi tagliateli a striscioline larghe circa un cm. Lavate bene il tutto.

Versate l’olio in una capace padella (scegliete la più grande che avete), e fatelo scaldare; un decilitro è la dose minima di olio, ma se non vi preoccupate di calorie e grassi usatene fino a due decilitri.

Versate le patate e i peperoni nella padella e fateli cuocere a fuoco medio, girandoli di tanto in tanto, fino a quando saranno cotti; ci vorrà circa una mezzoretta.
Togliete le verdure dalla padella scolandole bene dall’eccesso di olio; salatele e servitele a temperatura ambiente.




Melanzane arrostite.

Ingredienti per 4 persone

6 melenzane, 2 spicchi d’aglio, prezzemolo tritato, olio e sale q.b.

Preparazione


Tagliate a fette in lunghezza le melanzane, disponetele in un solo strato su una superficie leggermente inclinata e cospargetele di sale; dopo 30 minuti scuotete le melanzane per eliminare l’eccesso di sale, risciacquatele e asciugatele.
Incidete leggermente, con la punta di un coltellino affilato, la superficie di ogni fetta; in modo da formare una specie di griglia. Mettete in una terrina piuttosto larga l’olio l’aglio, il prezzemolo, il sale e il pepe, mescolate e adagiatevi le melanzane, lasciandole marinare per una ventina di minuti
Fate intanto scaldare molto bene la graticola. Rigirate le melanzane in modo che si ungano di marinata anche dall’altra parte e disponetele sulla graticola. Lasciatele rosolare 10 minuti per parte, affinché si possa colorire anche la polpa.


Foto di Maria Rosanna G.
 Sergio



Muffin alla banana con gocce di cioccolato


Ingredienti per 4 persone

banane: 2

farina: 250 gr
zucchero: 125 gr
latte: 175 ml
burro: 80 gr
uova: 1
cioccolato fondente: 100 gr
lievito: mezza bustina
sale: 1 pizzico

Preparazione



In una ciotola spaziosa mescolate la farina, lo zucchero, il sale e il lievito. In un’altra ciotola invece mettete il burro fuso, il latte e l’uovo e mescolateli bene con una frusta o una forchetta. Unite i due composti nella ciotola che preferite e girate con un cucchiaio di legno le volte che servono per avere un composto amalgamato. I muffin meno si mescolano e più si gonfiano, quindi regolatevi di conseguenza.
Aggiungete quindi le banane tagliate a cubetti piccoli e le gocce di cioccolato e mescolate con il cucchiaio di legno. Se volete potete usare le banane mature con le parti un po’ marroni. Prendete gli stampi per muffin, la classica teglia o quelli monoporzione in silicone e mettete dentro ogni box un pirrottino di carta. Riempite ogni pirrottino per 2/3 i con il composto che avete preparato. Sopra ogni muffin,se volete, potete mettere o delle gocce di cioccolato oppure una fettina di banana molto sottile. Cuocete i vostri muffin in forno caldo a 180°C per 25 minuti circa.
Spolverizzate con lo zucchero a velo e servite.

Peperoni ripieni

Ingredienti e dosi per 4 persone

4 peperoni
200 grammi di pomodori pelati
100 grammi di acciughe sott’olio
70 grammi di pecorino
70 grammi di pane grattugiato
2 uova
2 spicchi di aglio
olio extravergine di oliva
prezzemolo
 sale
pepe.

Preparazione


Togliete il torsolo e i semi ai peperoni tenendoli interi. Tritate l’ aglio e le acciughe e formate un impasto unendo il pane, il pecorino grattugiato, le uova, i pomodori sgocciolati e tritati, 3 cucchiaia di prezzemolo tritato, sale e pepe.




Riempite con l’ impasto i peperoni, fateli dorare in padella a fiamma vivace con l’ olio, quindi coprite e proseguite la cottura a fuoco medio per 45 minuti

Foto di ♥ Gino Lombardo

♥ Sergio


domenica 14 ottobre 2012

Crispelle o Zeppole

Ingredienti per circa 30 zeppole
500 gr. di patate,800 gr. di farina 00 circa (dipende dalla capacità di assorbimento delle patate), 5 uova, 5 cucchiai di limoncello, 4 cucchiai di zucchero, 50 gr. di burro, 1 scorza di limone grattugiata, 25 gr. di lievito di birra, olio di semi d’arachidi, 150 gr. di zucchero per spolverare le zeppole.


Preparazione

Lessa le patate in abbondante acqua per 30/40 minuti, appena le patate sono cotte, ancora calde, spelale e passale nello schiacciapatate e disponile al centro della farina, cospargi di farina la spianatoia e al centro disponi le uova, lo zucchero, il burro ammorbidito, il lievito di birra e le patate schiacciate, lavora incorporando man mano la farina e il limoncello, appena l’impasto inizierà a prendere consistenza, aggiungi la scorza grattugiata di limone, impasta il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e non appiccicoso e forma un panetto morbido. Forma con l’impasto dei cordoncini di un centimetro e mezzo di spessore, taglialo quindi in pezzi lunghi una ventina di centimetri e incrociane le estremità in modo da ottenere delle ciambelle. Mettere a lievitare le zeppole sulla spianatoia al caldo per circa 2 ore distanziandole le une dalle altre. Dopo la lievitazione incomincia a friggere le zeppole per 3/4 minuti o finchè non saranno dorate. Lascia sgocciolare le zeppole e ancora calde, passale nello zucchero in modo che si cospargano di zucchero su tutta la superficie. Servite le zeppole calde

Ricetta con le acciughe
Ingredienti:


220 gr. di farina 00

200 gr. di acqua

100 gr. di pasta madre rinfrescata

6 gr. di sale

un ciuffo di prezzemolo tritato

una decina di acciughe sott’olio

olio di semi di arachide per friggere

Preparazione


Sciogliere la pasta madre nell’acqua tiepida finchè sia tutto liquido. Aggiungere la farina, il sale, il prezzemolo tritato e mescolare finchè si ottiene una pastella liscia. Coprire con pellicola e far riposare 4-5 ore (fino al raddoppio).

Scaldare abbondante olio a 170° in una pentola a bordi alti.

Tagliare i filetti di alici in 3-4 pezzetti.

Prendere mezzo cucchiaio di pastella, inserire al centro un pezzetto di alice, chiudere con la mano bagnata i lembi della pallina e farla scivolare, aiutandosi con l’indice, nell’olio. Cuocere le zeppole poche alla volta finchè sono dorate, scolare su carta da cucina e servire subito.
Foto di Stefania Loprete

Marron glacé

Ingredienti per 8 persone

1.2 Kg di castagne
Sciroppo di glucosio - Sciroppo di glucosio alla vaniglia o un pizzico di vaniglia
1 Kg di zucchero
680 gr. acqua oligominerale 

 La preparazione di questa ricetta è abbastanza lunga (in questa versione circa 3 giorni) per via dei tempi di riposo dei marroni tra un passaggio e l’altro.

Preparazione:

Togliete la buccia delle castagne e ponetele in una pentola di media grandezza con abbondante acqua.
Portate ad ebollizione lentamente e quando, dopo qualche minuto, saranno cotte, ma non eccessivamente (quando cioè potrete trapassarle con uno spillo), toglietele dall’acqua e ancora abbastanza calde con pazienza e perizia, aiutandovi con la punta di un coltello , togliete loro la pellicina che ancora le ricopre.
In una teglia larga preparate uno sciroppo, facendo sciogliere, 600 gr. di zucchero, in 680 gr. di acqua aggiungendo tre cucchiai di sciroppo di glucosio alla vaniglia o in alternativa il pizzico di vaniglia.
Mettete la teglia sul fuoco e portate lo sciroppo all’ebollizione facendolo bollire per 2 minuti poi, tolto dal fuoco lasciate che si freddi. Mettete ora i marroni già spellati nella teglia con lo sciroppo, metteteli sul fuoco e riscaldate sciroppo e marroni fino all’ebollizione; dopo 1 minuto dal primo bollore togliete la teglia dal fuoco e lasciateli così fino al giorno dopo.
Il giorno dopo scolate tutto lo sciroppo, travasandolo in un tegame; aggiungete ad esso tre cucchiai di zucchero e fate bollire per 5 minuti poi ancora bollente versatelo sui marroni. Lasciate il tutto a riposo per un altro giorno.
Il terzo giorno scolate di nuovo il liquido, aggiungete due cucchiai di zucchero e tre cucchiai di sciroppo di glucosio e lentamente portatelo di nuovo a ebollizione, dopo 3 minuti, versatelo bollente sulle castagne che lascerete così fino al giorno successivo.
A questo punto dovete decidere se travasare i marroni in un vaso di vetro insieme allo sciroppo oppure procedere stendendole accuratamente su un foglio di carta forno e infornandole a 170° per un tempo di 10 minuti, dopodichè inseriti uno a uno nelle classiche cartine per pasticcini, consumarli una volta raffreddati.

Castagnole

Ingredienti

farina: 250 gr
Latte, 2,3 dl
Uova: 1
Zucchero
Lievito di birra: 15 gr
Limone: 1
Arance: 1
Olio per friggere
Sale
Zucchero a velo

Preparazione


  1. Sciogliete il lievito in 4 quattro cucchiai di latte e con un cucchiaino di zucchero. Versate la farina in una ciotola, aggiungete quattro cucchiai di zucchero e il lievito sciolto, incorporate il latte e le uova mescolando gradualmente con la frusta fino ad avere un composto liscio e omogeneo, mescolate a lungo fino alla comparsa delle bolle.
  2. Accendete il forno a 60°C e fate lievitare la pastella per 10 minuti. Riprendete l’impasto e aggiungete la cannella, la scorza di arance e di limone, il sale e, se volete, anche un po’di uvetta ammollata di acqua calda o nel liquore. Mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti.

  3. Prelevate il composto con due cucchiaini e poi appoggiate delicatamente le palline in una padella con abbondante olio caldo portato a temperatura. Friggete le castagnole da tutti i lati e man mano raccoglietele con la schiumarola. Scolate le castagnole sulla carta da cucina per eliminare l’olio in eccesso, poi decoratele con lo zucchero e servitele. 

I Nacatuli



Potete dare diverse forme: tipo ciambella o treccine sono dolci tipici della cucina tradizionale calabrese.
Questi dolcetti venivano preparati in occasione delle feste natalizie o di matrimoni. Il nome è legato alla caratteristica forma del dolce stesso che ricorda la “naca” ovvero la culla. 

 Ingredienti (per una ventina di nacatole)


 1kg. di farina, 600g. di zucchero, 10 uova, 2 cucchiai di strutto, 1 cucchiai liquore all’anice, olio per friggere.


Preparazione 


Sbattete le uova intere con lo zucchero. Unite l’anice e la farina a pioggia Mescolate questi ingredienti molto bene e lavorate l’impasto fino ad ottenere una pasta ben levigata e morbida. Ci potrebbe volere anche più farina. L’impasto è pronto quando affondandovi un dito dento vedete che la pasta   non si appiccica ad esso. Fatela riposare coperta da un panno per una mezz’oretta
Staccate un pezzo di impasto e filatelo come fossero dei maccheroni. Prendete un bastone (tipo un matterello non troppo grosso o una canna di bambù) e avvolgete la pasta filata attorno a questo dando la caratteristica forma (come in foto). Passatele sul “pettine” o Telaio. Friggete in abbondante olio di semi di girasole bollente fino a che la nacatola non raggiunge una delicata doratura, evitando di farla impregnare d’olio. Estraete le nacatole e fatele asciugare su carta assorbente. Ricopritele di zucchero a velo.

altra ricetta

 Ingredienti 

1 kg di farina

5 uova intere

100 gr di zucchero

 25 gr di lievito di birra

1/2 bicchiere d’ olio

 1 bicchiere di vino rosso

 scorza grattuggiata di un limone o di mandarino

 latte

olio di semi per friggere


Preparazione


Preparate un panetto di lievito impastando 250 gr di farina con il lievito sciolto in un pò di acqua calda e 1 cucchiaino di zucchero. Ponetelo ben coperto in luogo caldo fino al suo raddoppio circa 30 min. Sulla spianatoia mettete la restante farina a fontana e nel centro ponete nell’ ordine: lo zucchero, le uova, l’ olio, il vino, 1 pizz. di sale e la buccia grattuggiata del limone (nel mio caso il mandarino)..mescolate il tutto bene, aggiungere il panetto lievitato e lavorate bene con le mani fino a che non sarà ben assorbito. A questo punto lavoratelo per un bel pò, se è necessario con l’ aiuto di un pò di latte, fino a che la pasta non risulti ben levigata e morbida. Far riposare per qualche minuto (io l ho fatta riposare per un bel pò perchè questi dolci più lievitano e più morbidi saranno). Riprendere la pasta e staccare dei pezzettini lavorarli ancora per un pò e poi formare dei filoncini non molto lunghi e non troppo spessi richiudete le estremità formando una ciambellina..ponete tutte le ciambelline su di un canovaccio coprirle bene e farle lievitare in luogo caldo finchè non saranno belle gonfie…dopo di chè friggetele in abbondante olio bollente fatele dorare da entrambi i lati, scolatele su carta assorbente e poi passatele subito nello zucchero semolato

Cupeta


Ingredienti:

300 gr di mandorle pelate, 350 gr di zucchero, Succo di limone, Vaniglia in polvere

Preparazione:


Immergere le mandorle in acqua bollente per pochi minuti; lasciarle raffreddare un po’ e togliere la buccia. Lasciarle asciugare su un tavoliere per qualche giorno. Dopo averle asciugate, metterle nel forno a calore moderato per abbrustolirle. Una volta pronte ridurle a pezzetti più o meno piccoli. A questo punto in un pentolino far sciogliere sul fuoco lo zucchero girandolo con cura con un cucchiaio di legno e facendo attenzione a non bruciarlo. Dopo che lo zucchero si sarà sciolto versare all’interno del pentolino le mandorle e girare con forza in modo che il tutto si possa amalgamare il più possibile. Aggiungere la vaniglia in polvere e la buccia di limone grattugiato. Infine versare il composto su un tagliere di marmo o di legno e livellarlo con una spatola. Lasciare intiepidire e prima che si solidifichi del tutto tagliere a losanghe con un coltello.
Lasciare raffreddare e conservare la cupeta in un luogo fresco e asciutto. Si gusta calda.

Petrali

dolci natalizi ripieni tipici calabresi


INGREDIENTI DEL RIPIENO

250 GR ZUCCHERO, 70 GR CACAO AMARO, 250 GR FICHI SECCHI, 150 GR MANDORLE
150 GR GHERIGLI DI NOCI, 300 GR UVA SULTANINA, 70 GR DI FRUTTA CANDITA MISTA O SOLO CEDRO, CANNELLA E CHIODI DI GAROFANO IN POLVERE, MEZZO LITRO DI VINO COTTO O MARSALA


PROCEDIMENTO:

SI COMINCIA A TRITARE LE MANDORLE, LE NOCI, I FICHI SECCHI E LA FRUTTA CANDITA IN MODO UN Pò GROSSOLANO.
UNITE AL TRITO L'UVA, LO ZUCCHERO, IL CACAO E LA CANNELLA E GAROFANO..
VERSARE L'IMPASTO IN UNA PENTOLA E UNITA IL VINO COTTO, PORTARE AD EBOLLIZIONE MESCOLANDO COSTANTEMENTE FINO AD OTTENERE UNA CONSISTENZA MORBIDA MA DENSA (COME QUANDO SI FA LA MARMELLATA). TOGLIERE DAL FUOCO APPENA IL COMPOSTO è PRONTO E FARE RIPOSARE PER ALMENO 6ORE O TUTTA LA NOTTE A TEMPERATURA AMBIENTE.

PASSIAMO ALL'IMPASTO DELLA FROLLA DA FARE QUANDO IL RIPIENO è RIPOSATO E FREDDO

1 KG E 1/2 DI FARINA
9 UOVA
300 GR MARGARINA O STRUTTO
600 GR ZUCCHERO
3 BUSTINE DI LIEVITO
4 BUSTINE DI VANILLINA
SCORZE DI 2 ARANCE E 1 LIMONE GRATTUGGIATE

PROCEDIMENTO:


VERSATE LA FARINA MESCOLATA ALLO ZUCCHERO E AL LIEVITO A FONTANA SULLA SPIANATOIA, VERSIAMOCI DENTRO LA MARGARINA A PEZZETTI, LE UOVA, GLI AROMI, E UN PIZZICO DI SALE. AMALGAMATE BENE TUTTI GLI INGREDIENTI IMPASTARE.
TIRARE UNA SFOGLIA SOTTILE DI CIRCA 3 MM , FARE LE FORMINE ROTONDE SE NON AVETE UN COPPAPASTA, FATE COME ME, HO UTILIZZATO UN BICCHIERE PER L'ACQUA
DENTRO OGNI TOTONDO DI SFOGLIA, METTETE AL CENTRO UNO O DUE CUCCHIAINI DI RIPIENO, REGOLATEVI UN Pò, E DOPO RICHIUDERE L'IMPASTO SENZA FARE USCIRE IL RIPIENO E CHIUDERE BENE CON LE DITA.
DISPORRE ORA I PETRALI NELLA TEGLIA IMBURRATA O CON CARTA DA FORNO, E ALCUNI LI LUCIDIAMO CON TUORLO D'UOVO BATTUTO (SE PREFERITE CON UN Pò DI LATTE E ZUCCHERO A VELO) E FACCIAMO ADERIRE DI SOPRA LE PALLINE DI ZUCCHERO COLORATE ...
ALTRI LI LASCIAMO SENZA LUCIDARLI E DOPO LA COTTURA SI RICOPRONO ALCUNI CON CIOCCOLATO FUSO E ALTRI CON GLASSA DI ZUCCHERO.

IN FORNO A 180° FINO A DORATURA 15 O 20 MINUTI

sabato 13 ottobre 2012

Polpette con il sugo e patate

INGREDIENTI: 


carne di manzo tritata 400g

aglio 1 spicchio

cipolla 1

prezzemolo tritato 1 cucchiaio

parmigiano grattugiato 50g

olio extravergine di oliva 4 cucchiai


pangrattato 50g

polpa di pomodoro in barattolo 500g

uova intere 3

sale qb 

pepe


 PREPARAZIONE: 


Lavate e tritate finemente l’aglio. Tagliate a fettine la cipolla.
2. Sistemate la carne tritata in una terrina capiente, aggiungete il formaggio grattugiato, il pangrattato, le uova, l’aglio e il prezzemolo tritati, salate, pepate e amalgamate bene gli ingredienti.
3. Con l’impasto formate delle palline di circa 5 cm di diametro.
4. Sistemate la cipolla in una padella antiaderente, aggiungete l’olio e appassitela per 5 minuti.
5. Unite le polpette e rosolatele per 8 minuti fino a quando avranno preso il giusto colore.
6. Aggiungete quindi la polpa di pomodoro, un pizzico di sale, coprite il recipiente e lasciate cuocere per circa 20 minuti.
7. Servite le polpette al sugo caldissime accompagnate da un’insalatina verde o da patate al forno.

Foto di Annuccia Mileci


Ossa di morto


Ingredienti per 4 persone:

1 kg di farina, 1 kg di zucchero, 15 g di chiodi di garofano.

Preparazione:

Setacciare la farina.
Ridurre in polvere finissima i chiodi di garofano.
Preparare uno sciroppo, sciogliendo lo zucchero con un po’ di acqua.
Lasciare intiepidire.
Versare sulla spianatoia la farina a forma di fontana.
Mettere nella cavità la polvere di garofano e lo sciroppo di zucchero.
Iniziare ad impastare, aggiungendo, a poco a poco, altra acqua tiepida.
Il risultato deve essere in impasto compatto.
Spianare la pasta fino ad ottenere una sfoglia di circa 1 cm di spessore.
Ritagliarla con forme di teschio o femore o falange o tibia.
Se non si possiedono le apposite stampe e forme, ritagliarla semplicemente in quadrati di 2 cm per lato (o più grandi).
Con un coltellino fare 2-3 incisioni trasversali sulla superficie dei dolcetti.
Posarli su un vassoio ricoperto di carta da forno e lasciarli asciugare per 2-3 giorni, in modo che induriscano.
Trascorso questo tempo, trasferirli in una teglia ricoperta di carta da forno, dopo averne bagnato con acqua la parte inferiore.
Cuocere in forno a 160°C per circa 20 minuti.
Durante la cottura, lo zucchero e la farina si separeranno in due distinte parti:
  • quella inferiore di colore scuro, formata dallo zucchero che in forno si è caramellato e che è piuttosto dura da “rosicchiare”.
  • quella superiore di colore chiaro, formata dalla farina ed estremamente friabile. Quest’ultima parte assumerà una forma rettangolare, più grande della base scura.

I morticeddi o frutta martorana


Ingredienti per la pasta
1 kg di farina di mandorle
1 kg di zucchero
250 g di acqua
½ bustina di vaniglia

Per colorare
coloranti vegetali per dolci

Per lucidare
gomma arabica alimentare

Per decorare
foglioline, tralci, piccioli ecc.

Preparazione

In una casseruola versare acqua e zucchero, mescolare e fare bollire.
Togliere dal fuoco non appena lo zucchero fila, cioè non appena dal cucchiaio di legno, utilizzato per mescolare il composto , la goccia colando si allunga a filo. Togliere dal fuoco ed unire al composto la farina di mandorle e la vaniglia, mescolando con attenzione, per evitare la formazione di grumi.
Amalgamare bene e versare la pasta sul tavolo da lavoro, precedentemente bagnato. Appena l’impasto si sarà intiepidito, inumidirlo con un po’ d’acqua e lavorarlo a lungo con le mani, finché diventerà liscio ed omogeneo.
A preparazione ultimata, l’impasto dovrà essere morbido, ma non troppo.
Lasciarlo riposare per un’oretta, coperto con la pellicola e lontano da fonti di calore. A questo punto la pasta reale è pronta per essere modellata a forma di frutta, ortaggi e qualsiasi altro soggetto nato dalla creatività individuale.
Nel caso di decida di modellare la pasta a forma di frutta o ortaggi, per prima cosa è consigliabile procurasi dei modelli reali (castagne, pere, albicocche, arance, limoni, noci, fetta di anguria, nespole, fichi, pomodori, finocchi, banana, zucca, funghi etc…) o in immagine stampata, dei quali riprendere forma e colore.

Pignolata

La pignolata glassata è un dolce tipico delle città di Reggio Calabria e Messina e , un tempo veniva fatta solo in occasione del Carnevale ma ormai nelle pasticcerie si trova tutto l’anno. La pignolata è un dolce buonissimo, esistono molte varianti, come...
l’originalissima pignolata al miele e poi quelle più moderne in cui la glassa è aromatizzata oltre che con limone e cioccolato anche con il bergamotto. La pignolata sarebbe un mucchietto di pigne, sistemate a formare una montagnetta di cui metà è coperta con glassa al cioccolato e l’altra metà con glassa bianca, provatela è davvero buonissima


Ingredienti per la pignolata dosi per 8 persone)


Per la pignolata:

250 g di farina 00
6 uova
3 cucchiai di liquore tipo Sambuca o vino passito
canditi e confetti colorati
un’arancia non trattata
burro
olio per friggere
Per la glassa al cioccolato:

50 g di cioccolato fondente
100 g di zucchero a velo
un cucchiaio d’acqua di fiori d’arancio
Per la glassa al limone:

un albume
150 g di zucchero a velo vanigliato
un limone


Preparazione



Mettete la farina a fontana sulla spianatoia e mettete al centro una noce di burro, 3 uova intere e 3 tuorli (da uno di questi conservate l’albume che servirà dopo), aggiungete anche il liquore ed impastate bene fino ad avere un composto elastico ed omogeneo. Ricavate dei filoncini dallo spessore di un centimetro e poi fateli a pezzettini lunghi circa 2 centimetri, poi con le mani fate delle palline.
Friggete queste palline o pignette, in abbondante olio per friggere, estraetele con la schiumarola e poi fatele asciugare sulla carta assorbente. Preparate le due glasse. Per la grassa al cioccolato fate sciogliere a bagnomaria lo zucchero, il cioccolato grattugiato e l’acqua ai fiori d’arancio. Per la glassa al limone montate l’albume a neve, poi unite lo zucchero a velo e il succo di limone e mescolate fino ad avere una glassa liscia e lucida.
Formate una piramide con le palline e poi copritene metà con la glassa al cioccolato e metà con la glassa al limone, decorate con zuccherini e canditi, fate raffreddare e servite.